Fotorivelatori innovativi grazie a silicio e grafene

Un recente studio dell’Istituto per la microelettronica e microsistemi del Cnr, in collaborazione con il Graphene Centre dell’Università di Cambridge, ha trovato il modo di convertire la luce infrarossa in corrente integrando silicio e grafene, avvicinando così l’ipotesi di fabbricare fotorivelatori in silicio funzionanti nel vicino infrarosso. La ricerca è pubblicata su ACSNano.

Non solo grafene. I materiali 2D per la nanoelettronica

I materiali bidimensionali sono diventati un hot-topic della scienza della materia. In particolare si prospettano sviluppi importanti nel settore dei semiconduttori grazie all’uso di grafene e di una classe di materiali ultrasottili, i dicalcogenuri dei metalli di transizione, per realizzare circuiti integrati. Il recente volume 2D Materials for Nanoelectronics, è il primo trattato completo su questi materiali […]

Grafene e composti organici per l’elettronica

La Flagship Grafene mette in evidenza un articolo sulle potenzialità dei composti organici e grafene per applicazioni in elettronica, pubblicato da Vincenzo Palermo di Isof-Cnr e colleghi su Journal of Materials Chemistry C. I ricercatori mostrano come i semiconduttori organici possono essere utilizzati per processare meglio il grafene, e mettere a punto le sue proprietà […]