Fosforene e materiali 2D, un workshop dedicato

Fin dalla sua scoperta nel 2014, il “fosforo nero”, fosforo in forma di pochi strati atomici, e poi in forma di monostrato, il cosiddetto fosforene, ha attirato l’interesse della comunità scientifica: ‘band gap’ diretta, facilmente modulabile con il numero di strati, elevata reattività e struttura corrugata, tutte caratteristiche che danno al fosforene proprietà di trasporto […]

Arrivano gli X-eni, cugini sintetici del grafene

Dal silicene al germanene fino al fosforene, gli X-eni sono una classe emergente di materiali bidimensionali che mostrano nuove proprietà fondamentali e fanno immaginare future applicazioni con funzioni uniche. Nature Materials e Nature Reviews Chemistry dedicano le copertine e un focus questi cristalli. 

Fosforene, un materiale avanzatissimo

Partendo dalla sintesi di questo materiale bidimensionale, si vuole arrivare alla sua trasformazione e al suo utilizzo nella fabbricazione di dispositivi elettronici e optoelettronici. È l’obiettivo del progetto Erc Phosfun, coordinato dall’Iccom-Cnr.

Nessuno aveva mai visto il fosforene. Noi sì.

Il microscopio installato nel laboratorio catanese del Cnr osserva gli atomi dei diversi materiali grazie a un fascio di elettroni spesso pochi centesimi di milionesimo di millimetro – ricorda il Corriere della Sera. E ha fotografato per la prima volta un nuovo materiale super sottile, il fosforene. Leggi l’articolo completo uscito su La Lettura 27/03/2016

Il fosforene lo fa meglio

Il fosforene, cristallo derivato dal fosforo nero, ultimo arrivato in ordine di tempo nella ‘fattoria’ dei materiali bidimensionali, è già carico di promesse e potrebbe rivelarsi anche migliore del più noto grafene nella realizzazione di rivelatori di radiazione Terahertz.