Ad Alessandra Scidà il premio NEST 2018 di Scuola Normale Superiore e Rivoira

Alessandra Scidà, ricercatrice di ISOF-Cnr, è la vincitrice del Premio NEST 2018 per la ricerca nelle nanoscienze, assegnato dal laboratorio NEST della Scuola Normale Superiore. La ricercatrice si è aggiudicata il riconoscimento per il suo lavoro sulle antenne flessibili basate su grafene per l’elettronica di consumo pubblicato sulla rivista Materials Today, dal titolo “Application of […]

Il grafene per future esplorazioni spaziali

Il grafene per future esplorazioni spaziali

Il consorzio europeo Graphene Flagship completa gli esperimenti a gravità zero per testare il grafene per applicazioni spaziali. Anche il Cnr nel team che valuterà le performance degli scambiatori di calore, dispositivi termici impiegati nei satelliti. Le proprietà uniche del grafene possono migliorare significativamente le loro prestazioni.

Fotorivelatori CNR

Nei fotorivelatori il grafene mette il turbo al silicio

Il grafene è capace di conferire a materiali ben noti proprietà che altrimenti non avrebbero. Un team di ricerca guidato dall’Istituto per la microelettronica e microsistemi del Cnr (IMM-Cnr) ha messo a punto un fotorivelatore che integra silicio e grafene per catturare e convertire luce ad una frequenza solitamente ‘inafferrabile’ per il silicio puro. Lo studio […]

Dal grafene le antenne trasparenti per tecnologia 5G

Il grafene, grazie alle sue eccellenti proprietà fisiche, continua a rendere possibili nuove applicazioni anche nel campo della comunicazione digitale. Un team di ricercatori dell’Istituto di nanotecnologia del Cnr (CNR-NANOTEC) e del Politecnico di Bari ha realizzato un’antenna completamente trasparente basata su grafene in grado di operare nel campo delle microonde con particolare riferimento alla […]

Celle solari a perovskite più stabili grazie a cristalli bidimensionali

La durata a lungo termine e le prestazioni delle celle solari a perovskite migliorano significativamente utilizzando il cristallo bidimensionale di disolfuro di molibdeno come strato attivo nel design della cella. Uno studio pubblicato su Advanced Energy Materials, che coinvolge anche ricercatori ISM-Cnr, dimostra che l’uso di materiali bidimensionali nell’ingegnerizzazione delle interfacce aumenta le prestazioni delle […]

Dal nichel, grafene di qualità

Pubblicato su Science uno studio che svela i meccanismi catalitici del nichel nella crescita di fogli di grafene. La ricerca, realizzata da Iom-Cnr e Università di Trieste, apre nuove strategie per migliorare la produzione a livello industriale di questo materiale dalle molteplici virtù.

Lampi di luce dai nanonastri di grafene

Osservata per la prima volta l’emissione di luce da singoli nanonastri di grafene. Un team di ricerca ha mostrato che i nanonastri larghi appena 7 atomi emettono luce a intensità elevata, paragonabile alla quella dei dispositivi luminosi a base di nanotubi di carbonio; e ha dimostrato che è possibile regolare il colore variando la tensione. […]

‘Nanocalchi’ di grafene per costruire nuove protesi ossee personalizzate

Ricercatori della Facoltà di medicina e chirurgia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, in collaborazione con esperti dell’Istituto dei sistemi complessi del Cnr (Isc-Cnr) di Roma, hanno sviluppato ‘fogli nanotecnologici’ per costruire nuovo tessuto osseo che un giorno potrà essere usato su pazienti per la ricostruzione personalizzata di parti lesionate del loro scheletro. I […]

Il primo interruttore ultraveloce per onde elettroniche

Sfrutta il fosforene il primo interruttore ultra veloce per le onde elettroniche, che potrebbe consentire di accelerare enormemente i futuri dispositivi elettronici, aprendo al nuovo campo della plasmonica. Lo studio pubblicato sulla rivista Nature Nanotechnology, è frutto di una collaborazione tra ricercatori di Nano-Cnr e dell’Università di Regensburg. Leggi il comunicato stampa Leggi di più sul fosforene: […]

Fotorivelatori innovativi grazie a silicio e grafene

Un recente studio dell’Istituto per la microelettronica e microsistemi del Cnr, in collaborazione con il Graphene Centre dell’Università di Cambridge, ha trovato il modo di convertire la luce infrarossa in corrente integrando silicio e grafene, avvicinando così l’ipotesi di fabbricare fotorivelatori in silicio funzionanti nel vicino infrarosso. La ricerca è pubblicata su ACSNano.

Grafene a gravità zero – pronti al decollo

Il grafene è pronto a prendere il volo a gravità zero! I materiali porosi al grafene miglioreranno le prestazioni dei tubi di calore a ciclo, utilizzati come sistemi di raffreddamento nei satelliti. Per testare questi materiali ricoperti di grafene in condizioni di microgravità, i ricercatori sperimentano l’assenza di peso in un volo parabolico. Gli esperimenti […]

3…2…1… decollo!

Dopo una lunga estate di lavoro nei laboratori, i ricercatori del Cnr sono pronti per i voli a gravità zero nei quali testeranno il grafene per applicazioni spaziali. L’esperimento Zero Gravity Graphene, è una collaborazione tra l’iniziativa europea Graphene Flagship e l’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Il team internazionale di ricercatori esplorerà i vantaggi del grafene […]

Preparando il grafene per il test a ‘Zero G’

Proseguono i lavori di Zero Gravity Graphene per preparare i materiali rivestiti in grafene da testare in assenza di gravità. Meganne Christian di IMM-Cnr, che è nel team internazionale dell’esperimento Satellite Heat Pipes, racconta il lavoro in laboratorio e la collaborazione coi colleghi in un post sul blog dell’esperimento. L’estate è terminata ma in laboratorio abbiamo […]