I nuovi materiali ultrasottili ispirati al grafene

Come usare nano-materiali bidimensionali in tre dimensioni per la produzione di meta-materiali compositi è l’argomento del web seminar tenuto da Vincenzo Palermo di Isof-Cnr, per la Sigma-Aldrich University.

All’inizio il grafene è stato per lo più un argomento per fisici. Poi, i chimici hanno imparato a “giocare” con questo materiale eccezionale e unico migliorando la sua lavorabilità e versatilità. Oggi usando la chimica covalente o  supramolecolare,  è possibile adattare il grafene a un’ampia varietà di forme che vanno da semplici fogli solubili a architetture complesse dove fogli bidimensionali (2D) di grafene sono assemblati in maniera tridimensionale (3D) a formare materiali compositi o schiume per applicazioni in elettronica, in meccanica, nell’immagazzinamento di energia o nella catalisi.

Dopo grafene, si è dimostrato che è possibile esfoliare una vasta gamma di materiali stratificati (BN, MoS2, MoSe2, WS2 etc.), con proprietà di volta in volta conduttive, semiconduttive e isolanti; questo ha aperto la strada alla produzione di nuovi meta-materiali compositi bidimensionali.
Più recentemente, si sono usati metodi come la polimerizzazione di piccole molecole attraverso cristallizzazione 2D direzionale o il ‘cross-linking‘ di monostrati auto-assemblati per ottenere nanostrati robusti e autoportanti che presentano una grande varietà di strutture chimiche.

Grazie a questi diversi approcci non c’è praticamente limite al numero di possibili strutture 2D ispirate al grafene che è possibile creare.

……………………….

Su questo tema, il seminario Graphene and New Monoatomic Materials. Using 2-dimensional nanosheets in a 3-dimensional world di Vincenzo Palermo, trasmesso in diretta il 10 dicembre 2015 alle ore 16.00 (successivamente visibile on demand). Il web seminar fa parte della serie di seminari online di Sigma-Aldrich Learning Center.

Il web seminar sarà in lingua inglese, durata 75′.

Per informazioni e per collegarsi alla diretta: https://goo.gl/e0Y6SS

Vincenzo Palermo dirige l’unità “Materiali funzionali organici” dell’ Istituto per la Sintesi Organica e la Fotoreattività del Cnr (ISOF-Cnr).

[Immagine: grafene esfoliato, Copyright © Vincenzo Palermo, ISOF-Cnr Bologna]

Posted in Eventi, News and tagged , .